home Page

Riccardo Magarò scultore


L'artista Riccardo Magarò

Sculture

Eventi

News!!!

Carnevale 2009

on-line le immagini della mostra: Carnevale 2009;
clicca qui

Mostra santuario S. Francesco di Paola
(20/03/07)

In occasione del conquecentenario dalla morte del Santo le opere religiose di R. Magarò resteranno esposte nel santuario di S. Francesco di Paola --> clicca qui

Video

on-line il video di una recente mostra dell'artista Magarò
clicca qui


Vota questo sito







Aggiungi il tuo sito

L'artista

Esiste un vincolo stretto tra uomini e oggetti, che diventa addirittura indissolubile tra l’artista e la sua opera. Quando il legno viene lavorato le mani si confondono con la materia, da quando afferrano con forza le radici grezze, a quando levigano con dolcezza le ultime asperità. Per tutto il tempo del lavoro le mani diventano di legno, e il legno diventa vivo. Alla fine dell’opera l’oggetto guadagna una sua forma, diviene portatore di un’idea, evocatore di suggestioni.

Ma la cosa più importante è che per sempre conterrà parte dello spirito di chi lo ha foggiato e l’artista continuerà la sua vita con un po’ di nostalgia. L’ulivo, insieme al grano e alla vite, costituisce la grande triade del mediterraneo. È la pianta che più d’ogni altra dà domesticità al nostro orizzonte e rende riconoscibile il nostro paesaggio. È la radice della nostra tradizione e Riccardo Magarò lavora le radici dell’ulivo. Per chi ha voglia di aprirsi, questi oggetti parlano della nostra terra e contemporaneamente del modo in cui ognuno di noi la pensa. Sono fotografie del nostro presente che si trasforma continuamente e sono anche memoria.

La particolarità di questi oggetti è proprio nella partecipazione della natura all’opera dell’artista. Riccardo MagaròLe scelte e le azioni di Riccardo Magarò sono sempre rispettose e mai intrusive. Non c’è mai la volontà di piegare la resistenza del legno contro le indicazioni che esso stesso dà. L’artista intuisce la vocazione della radice, l’inclinazione del ramo, l’indole del legno: accoglie ogni suggerimento e lo plasma con creatività e rispetto del legno e della natura nel suo complesso. Spesso questi lavori non sono accompagnati da didascalie né da indicazioni. Si limitano a suggerire fantasie, ad aprire riflessioni, senza chiuderle mai. Chi guarda è sempre coautore dell’opera e queste opere continueranno ad essere vive fintanto che ognuno troverà in esse significati diversi e mutevoli nel tempo.


Il Cristo nell' ulivo
Mostra S. Francesco di Paola
©2005-2009 tutti i diritti riservati
powered by silvio boschelli